Dieci anni di Maschiselvatici

UomoverdeMSIn queste settimane, 10 anni fa, veniva pubblicato il portale del movimento Maschiselvatici.

Apparivano così in rete un’interpretazione della condizione maschile contemporanea e l’indicazione di un percorso di risanamento psicologico del tutto inediti in Italia.

Nel solco della visione di Claudio Risé, veniva aperta una finestra sul mondo rimosso degli istinti, sulla vitalità primigenia che sta al fondo della nostra energia, sulla fonte naturale della nostra forza vitale.

Il percepito e denunciato declino della vitalità maschile, veniva esplicitamente associato all’interminabile processo di civilizzazione cui la nostra civiltà sta andando incontro. Veniva così riaperto il dilemma universale del rapporto tra Civiltà (Kultur, di polarità maschile) e Civilizzazione (Zivilisation, di polarità femminile) non più come tema accademico, ma come questione sociale di dimensioni bicontinentali nei suoi effetti pubblici e privati. Non veniva posta in discussione la Civilizzazione in quanto tale, ma il suo espandersi senza fine nella “società delle buone maniere” con la sua deriva repressiva e castrante.

Il nome stesso del movimento,  le immagini, le metafore, i miti e i racconti proposti ci rimandavano finalmente all’età di Enkidu, l’anima selvatica di Gilgamesh, che dal mondo silvestre entrava nella città e nella civiltà senza perdere, ma trasformando (strutturando) la sua forza-energia.

Noi oggi non possiamo essere l’ingenuo e naturalistico Enkidu, precivile e prepolitico, preconcettuale e preideologico, premorale e – necessariamente – pagano. Ma non  possiamo negare di averlo dentro di noi. Se lo facciamo, ci ammaliamo collettivamente e individualmente.

Il valore della proposta di cui MS fu pioniere ed è portavoce risiede, a mio parere, nel recupero e nella salvaguardia di questa primaria e originale indicazione.

RDV

Annunci

One Response to Dieci anni di Maschiselvatici

  1. X ha detto:

    E’ vero,oggi una donna si sente superiore per come tiene in mano una tazzina,ma questa per me non è vera civiltà,nè vera superiorità,il maschio viene bollato come ”volgare” in quanto refrattario alle arbitrarie norme di ”galateo”…
    però quest’altissima ”civiltà” che permette alle donne di chiamarsi superiori agli uomini per una tazzina di caffè bevuta al bar,non produce più arte,da Michelangelo,a Bernini,a Borromini,fino a Canova,oggi tutto questo apice del gusto e della raffinatezza, creato,checchè se ne dica,dall’uomo e non dalla donna(essendo questo un blog intelligente mi rifiuto di discutere sulla presunta società patriarcale che avrebbe fermato il pennello e la picozza delle femmine),è stato è il caso di dirlo ”castrato”.
    Raffinato non è chi crea un opera come il Bernini o il Canova,raffinatezza è saper stare a tavola,impugnare una tazzina in maniera corretta.
    Sfugge a questa castrazione collettiva il mistero di Michelangelo Merisi,uomo rozzo e violento,che creò,i vertici e gli apici della pittura italiana,con i suoi chiariscuri e il suo realismo sconcertante…
    sfugge e si cerca una risposta,a questa ”contraddizione”,ma è proprio in questa supposta ”contraddizione” che sta la risposta:era dalla sua incontrollabile,INDOMITA(e non domesticata)indole virile (oggi si direbbe ”macho” per svilirla)che nasce la sua arte,dalla sua violenza,nasce la forza della sua arte.
    Il mondo moderno,invece,castrato,nella sua virilità,si limita ad osservare il prodotto della defecazione,e a chiamarlo arte(pietro manzoni,merda d’artista),se fossi uno psicanalista direi che il mondo di oggi,impotente,non potendo più godere di ciò che esce da davanti,cerca,sadomasochisticamente di concentrarsi su ciò che esce da dietro.
    Perchè se per dirla alla simone de beauvoir,lo sperma è un rifiuto,purtroppo lo diventano anche le opere di Caravaggio,frutto di questo rifiuto…
    e la merda(anche femminista),in puro atto di compensazione viene elevata al rango di arte…e di cultura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: