Soltanto un Dio…

“Ormai soltanto un Dio ci può salvare”  – M. Heidegger.

Dicono le cronache che la Sig.ra Allegra Mostyn-Owen già moglie di Boris Johnson, sindaco di Londra, 45enne di miliardaria famiglia (je parle en ‘lire’, ça va sans dire) e di affascinante aspetto,  si è promessa in sposa ad un musulmano di 23 anni. Nulla obiettando sulle di lui aspettative – legittime – di avere mogli aggiuntive, nel rispettoso rispetto della di lui tradizione, dei di lui desideri e dell’islamica legge.

La nostra divorziò perché il marito era un’entità non più sopportabile e con cui convivere del tutto impossibile, trattandosi di un bianco-cristiano-anglicano incapace di relazionarsi se non con “…qualcuna molto ubbidiente e silenziosa”.  Così almeno garantisce la mamma di lei, italiana doc, a nome Gaia Servadio.   Nientemeno che Gaia Servadio (e chi ha orecchi per intendere il nome intenda anche il cognome), perché quando la sorte lo decide, cinica e bara, va giù dura, così dura che  …Dio solo lo sa.

Ma quale Dio lo sa?

Il nostro? No, non più ormai. Non gli è possibile.

Egli, Padre della nostra ipercoscienza, della nostra lealtà e della nostra sterile lucidità, ormai fiaccato dai dubbi, prostrato dai sensi di colpa,  naufrago del disincanto, avvinghiato all’Insolubile, estenuato ed esausto, sta gettando la spugna.

La Liberata lo sa e lo sente.

Una nuova Forza suadente e affascinante, energica e volitiva, sicura di sé, senza dubbi e sospetti, senza scrupoli e incertezze, capace ancora di impiccare i nemici, di lapidare le adultere, di bastonare i devianti, un successivo e succedente (succedaneo?) Dio machista è alle porte.

La Liberata lo sente e lo sa.

Gaia e Allegra, novella Serva dell’arrembante Potenza, gli si consegna con amore e rispetto, umiltà e ammirazione.  Ubbidiente e silenziosa.

Sì.

Chissà se il professor Martino pensava ai minareti quando profetizzava la fine delle nostre speranze. Chissà…

Quanto a noi, è bello sapere che quando il Buio prevarrà di nuovo sulla Luce,  non ci saremo.

Non ci sarò. Per allora –  sia ringraziato il nostro Dio dal volto umano –  dormirò da tempo sonni sereni sotto due metri di giusto oblio.

RDV



Annunci

15 Responses to Soltanto un Dio…

  1. LukeCage ha detto:

  2. Rino ha detto:

    9 giorni (e 900 eudollari dopo – grazie Bill!), sono di nuovo on line.

    Prenderò spunto dalle osservazioni esposte nei commenti (ed inviatemi direttamente in posta da qualcuno) per chiarire il senso delle affermazioni contenute in Soltanto un Dio… e in altri miei interventi passati (e futuri) qui e altrove.

    In tutti questi anni mi sono state attribuite spesso posizioni e opinioni che non ho. Devo riconoscere che io stesso ho in qualche modo dato adito a possibili fraintendimenti.
    Non è da escludere che – in questo senso – ci siano sorprese anche in futuro.

    C’è però una prospettiva guardando dalla quale si chiarisce molto del mio modo di parlare e delle cose che dico. Cercherò di precisarla a giorni, perché tengo in gran conto le osservazioni di chi mi fa l’onore (di questo si tratta) di commentare quanto scrivo. Sono manifestazioni di stima che mi confortano.

    Per ora, non trovando di meglio, per cercare di definire – pur in modo bislacco, maldestro e provvisorio la mia posizione – userò le parole di Guccini. Come potrei descrivermi? Chi sono veramente io?

    “… Io tutto, io niente, io stronzo, io ubriacone, io poeta, io buffone, io anarchico, io fascista,
    io ricco, io senza soldi, io radicale, io diverso ed io uguale, negro, ebreo, comunista!
    Io frocio, io perchè canto (scrivo?) so imbarcare, io falso, io vero, io genio, io cretino,…”

    Ci sentiamo.

    RDV

  3. Alter Ille ha detto:

    Riflettuto doverosamente anche su questo tema, e giustamente percepito le micidiali contraddizioni in campo femminista, a svelare molto probabilmente quali ingredienti Eva gradisce ci siano nella relazione con Adamo, è pur vero che la strada maestra c’è: i nostri conti con noi stessi e le nostre donne ce li dobbiamo sbrigare e risolvere da noi, qui ed ora. E magari con successo insperato. Quanto al mondo islamico secondo la rivista di studi internazionali “Limes”, non è detto che spada e scimitarra non si debbano venire a trovare un giorno insieme contro le lance cinesi: la guerra USA contro l’Islam sarebbe, al di là della facciata pubblicizzata, in realtà acquisizione di basi militari geograficamente vicine alla Cina. Lei sì che è vicina. Se mai ci sarà quel giorno, tranquilli: di certo avremo talk show in lode al burka, rigorosamente di Armani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: