“E’ tutta colpa vostra…”

24/02/2011

Ricevo e pubblico

***

La scrivente è una donna che ha letto il Vostro sito.
La mia terapista mi diceva sempre: sei tu che hai permesso di farti fare del male.
Allora la odiavo, oggi la ringrazio.
Signori, se il Vostro scopo è apparire dei martiri, bene!, allora ci siete riusciti.
Tuttavia …tuttavia mi ricordo che i Signori uomini non sono così sprovveduti come li dipingete sul sito, anzi sanno difendersi egregiamente e sanno essere
anche astutamente cattivi.
Saluti Myriam
P.S. : avete permesso di farvi fare del male, tutto qui.

***

Se un tale ti azzoppa,  tu e la legge e tutti noi, ne diamo la colpa a lui, non a te. E’ lui il reo.

Se tu azzoppi qualcuno …la colpa è sua. E’ lui che si è lasciato azzoppare. Così, vedendolo claudicante, lo puoi anche deridere.

Sono molte le DD che “risolvono” la Questione Maschile in questo modo, bastonando il cane che affoga. E’ difficile dire che ciò derivi da benevolenza e da lealtà. Sembra piuttosto nascere da rancore e viltà.

Però c’è del vero: infatti in una certa parte del  mondo ci sono uomini che non si lasciano azzoppare. Così quantomeno non vengono derisi. Accade nelle terre di Allah.

Se ti pare che per le femmine sia meglio, non ti resta che attendere.

Forse è proprio vero che ormai soltanto un Dio ci può salvare…

RDV

Annunci

Bianca di Romania

22/02/2011

Ricevo e pubblico senza correzioni perché gli errori – più che legittimi – trasmettono una simpatica freschezza al post

*****

Ciao.

Vi scrivo, perchè ho letto*  un poco tardi i mesaggi dei UOMINI italiani con riferimento alle donne romene. Adesso ho trovato questo forum, mentre cercavo dei documenti che mi sono necesari qui in italia, al consulato romeno di roma. Comunque, anche si ci sono passati 6 anni da quella conversazione* io vorrei rispondere a tutti quelli uomini che hanno scritto le loro repliquè riguardando le donne romene.

Non so si questa lettera mia sara ulterioramente publicata sul forum però, ritengo molto importante per me rispondere a le loro acussazioni….che mi fanno pensare come possono certe personne giudicare e fare del male….riguardando a me io sono una romena di 32 anni laureata in giurisprudenza, e sono venuta in italia da 2 anni ….vivo qui con mio finanzato che è italiano ed abbiamo deciso di sposarci, siamo insieme da 6 anni,oramai.

Oggi cercando documenti come ho già detto al inizio, ho trovato questo forum dove certi uomini italiani scrivono delle cose cosi cative nei confronti delle donne del est e specialmente le romene. Vorrei chiedere a questi “esseri umani” di non denigrare una entera nazione per colpa di quelle poche ragazze che hanno un comportamento sbagliato riguardando gli estranieri.

Io personalmente, sono orgoliosa del mio paese e anche di mio amore che ogni giorno è piu grande e mai…mai non ho pensato di stare con mio finanzato per gli soldi o per vari BENEFICI materiali.

Voglio ancora precisare, che io provengo da una famiglia onesta (mio padre, ex colonelo del esercito romeno e mia mamma ex lavoratrice in banca romena) quindi non sono una di “quelle” avide per gli soldi..ma sono venuta in italia solo perchè amo il mio finanzato e non per altri motivi materiali o di qualsiasi altra natura….cari bruno62….o altri che avete conosciuto queste donne romene in bar o in nightcluburi…come ditte, perchè invece non avete cercate nelle ragazze serie, oneste e con paura di dio, si volevate conoscere una ragazza straniera? andate da una categoria di “donne”, e poi parlate della seriosità delle donne romene? io non so come siete non vi conosco però i vostri comenti li, sono molto cativi e posso dire anche rasisti….si pensate cosi delle donne del est perchè non cercate tra le donne italiane una compagna? in finale della mia lettera posso dire che i vostri mesaggi mi fanno una altra volta pensare alla superficialità umana, e alla mancanza di belli ideali e dei belli sentimenti.

Con sincerità. Bianca.


*****

Cortese Bianca,

la tua lettera tocca un tema che riguarda la  QM  solo indirettamente, quando parli  di “belli ideali e belli sentimenti” che sembrano svaniti. E’ vero, ma non sono stati gli uomini a farli svanire. Sono state le donne occidentali, adesso aiutate da molte straniere.

E’ probabile che ti sfugga quasi del tutto ciò che è avvenuto in Italia nel rapporto tra donne e uomini, il cambiamento avvenuto negli ultimi 40 anni. Probabilmente non sai cosa sia stato il ’68 (qui e altrove in Occidente, giacché ad Est non ci fu nulla di simile e cmq tu sei troppo giovane), cosa  sia avvenuto negli anni ’70, come si siano evolute la società, i valori, le leggi e i costumi da allora.  Non puoi quindi percepire la gravità del tradimento che le donne italiane, succubi del femminismo, hanno perpetrato nei confronti  degli uomini, a cominciare dalla micidiale beffa della “liberazione sessuale” per proseguire con il mantenimento a vita della ex moglie (cosa che stupisce le russe e le ucraine, …e forse anche le romene ) e diecimila altre fandonie e ricatti di cui parliamo nei siti del Movimento maschile.

La situazione è tale che un numero crescente di uomini si sta allontanando dalle donne con il dente avvelenato e qualcuno di essi viene a scrivere sui forum maschili. E fanno di ogni erba un fascio, mettendole tutte  insieme nel cesto delle speculatrici e delle misandriche. Questo è sbagliato ed offensivo per quelle donne che non sono né l’una né l’altra cosa.

Tuttavia ci sono dei fatti che non si possono negare. Le donne preferiscono gli uomini ricchi, o almeno posizionati, dai quali avere stabilità e certezze economiche. Vale per le italiane e per tutte le altre. Una volta il matrimonio dava a loro quelle garanzie ed esse davano in cambio cura e sesso. Adesso danno quello che vogliono, finché lo vogliono. Dopodiché  buttano il marito sulla strada e si tengono tutto. Italiane o straniere.

Perché le straniere sposano gli italiani? Non mentiamo: è perché sperano in una vita materiale migliore, non perché i maschi italiani siano migliori dei romeni. Se non si riconosce questa verità, parlare è vano. Gli italiani d’altra parte si aspettano sesso. Ne aspettano tanto e senza doverlo elemosinare (diversamente da come devono fare con le italiane), condito con un po’ di cura e magari di rispetto e di stima. Molti lo trovano, ma molti anche lo perdono presto.

Il numero dei maschi rovinati dal fascino delle russe e delle romene cresce a vista l’occhio. E’ inutile negarlo. E si tratta spesso di uomini che già erano stati bastonati dalle italiane. Rovinati significa questo: che le straniere sembrano diverse ma poi molte non lo sono**.

Così gli uomini scoprono che i “belli ideali e belli sentimenti” sono solo quelli che provano loro mentre da parte femminile c’è quasi solo calcolo mascherato. Non è sempre così,  né per le italiane né per le straniere. Ma lo sperimentano soltanto molti anni dopo quelli che non vengono messi a digiuno di sesso e che non vengono cacciati dalla loro casa.

I delusi sono amareggiati e diventano cinici e cattivi e mettono tutto in un unico calderone, dicendo che le DD sono tutte sgualdrine o che lo sono tutte le romene, le russe etc.. Questa è una offesa ed è giusto che tu la respinga.

Ma non c’è solo questo. Esiste purtroppo anche una cascata del disprezzo, che parte da Oslo e arriva ad Addis Abeba. I popoli dei paesi ricchi disprezzano quelli dei paesi più poveri. E alcuni dei nuovi ricchi si dimenticano di essere stati poveri, come fanno adesso gli italiani. Come se non bastasse esiste però anche un problema di civiltà, di senso civico e del dovere, di rispetto delle regole, di onestà collettiva. E qui bisogna riconoscere che come l’Italia è indietro rispetto alla Svizzera qualche altro paese può essere indietro rispetto all’Italia. Cose vere e cose false, tutto contribuisce alla cascata del disprezzo. Bisogna liberarsene.

In ogni caso è legittimo e doveroso sentirsi fieri di appartenere al proprio popolo, non importa se grande o piccolo perché ogni lingua-cultura è irripetibile, carica di storia e di arti, saperi e tradizioni uniche. Deve essere salvata e portata al futuro.

Quanto a me non posso parlare con una persona romena senza citare e lodare uno dei pochissimi pensatori che stimo davvero eccelsi: E. Cioran, insieme ad altri, ma prima di altri vera gloria della cultura romena.

Qui un mio omaggio a Cioran

(Rasinari di Sibiu – Romania – terra natale di E. M. Cioran)

RDV

* Post inviati a 1° forum sulla QM (2003 – 2009) in parte archiviati sul sito U3000

** E contribuiscono alla rovina delle casse pubbliche (oltreché a lacerare famiglie) con la pensione di reversibilità a vita a badanti  di 30-40-50 più giovani diventate “vedove”.

Vedi qui: La carica delle badanti-vedove