Bianca di Romania

Ricevo e pubblico senza correzioni perché gli errori – più che legittimi – trasmettono una simpatica freschezza al post

*****

Ciao.

Vi scrivo, perchè ho letto*  un poco tardi i mesaggi dei UOMINI italiani con riferimento alle donne romene. Adesso ho trovato questo forum, mentre cercavo dei documenti che mi sono necesari qui in italia, al consulato romeno di roma. Comunque, anche si ci sono passati 6 anni da quella conversazione* io vorrei rispondere a tutti quelli uomini che hanno scritto le loro repliquè riguardando le donne romene.

Non so si questa lettera mia sara ulterioramente publicata sul forum però, ritengo molto importante per me rispondere a le loro acussazioni….che mi fanno pensare come possono certe personne giudicare e fare del male….riguardando a me io sono una romena di 32 anni laureata in giurisprudenza, e sono venuta in italia da 2 anni ….vivo qui con mio finanzato che è italiano ed abbiamo deciso di sposarci, siamo insieme da 6 anni,oramai.

Oggi cercando documenti come ho già detto al inizio, ho trovato questo forum dove certi uomini italiani scrivono delle cose cosi cative nei confronti delle donne del est e specialmente le romene. Vorrei chiedere a questi “esseri umani” di non denigrare una entera nazione per colpa di quelle poche ragazze che hanno un comportamento sbagliato riguardando gli estranieri.

Io personalmente, sono orgoliosa del mio paese e anche di mio amore che ogni giorno è piu grande e mai…mai non ho pensato di stare con mio finanzato per gli soldi o per vari BENEFICI materiali.

Voglio ancora precisare, che io provengo da una famiglia onesta (mio padre, ex colonelo del esercito romeno e mia mamma ex lavoratrice in banca romena) quindi non sono una di “quelle” avide per gli soldi..ma sono venuta in italia solo perchè amo il mio finanzato e non per altri motivi materiali o di qualsiasi altra natura….cari bruno62….o altri che avete conosciuto queste donne romene in bar o in nightcluburi…come ditte, perchè invece non avete cercate nelle ragazze serie, oneste e con paura di dio, si volevate conoscere una ragazza straniera? andate da una categoria di “donne”, e poi parlate della seriosità delle donne romene? io non so come siete non vi conosco però i vostri comenti li, sono molto cativi e posso dire anche rasisti….si pensate cosi delle donne del est perchè non cercate tra le donne italiane una compagna? in finale della mia lettera posso dire che i vostri mesaggi mi fanno una altra volta pensare alla superficialità umana, e alla mancanza di belli ideali e dei belli sentimenti.

Con sincerità. Bianca.


*****

Cortese Bianca,

la tua lettera tocca un tema che riguarda la  QM  solo indirettamente, quando parli  di “belli ideali e belli sentimenti” che sembrano svaniti. E’ vero, ma non sono stati gli uomini a farli svanire. Sono state le donne occidentali, adesso aiutate da molte straniere.

E’ probabile che ti sfugga quasi del tutto ciò che è avvenuto in Italia nel rapporto tra donne e uomini, il cambiamento avvenuto negli ultimi 40 anni. Probabilmente non sai cosa sia stato il ’68 (qui e altrove in Occidente, giacché ad Est non ci fu nulla di simile e cmq tu sei troppo giovane), cosa  sia avvenuto negli anni ’70, come si siano evolute la società, i valori, le leggi e i costumi da allora.  Non puoi quindi percepire la gravità del tradimento che le donne italiane, succubi del femminismo, hanno perpetrato nei confronti  degli uomini, a cominciare dalla micidiale beffa della “liberazione sessuale” per proseguire con il mantenimento a vita della ex moglie (cosa che stupisce le russe e le ucraine, …e forse anche le romene ) e diecimila altre fandonie e ricatti di cui parliamo nei siti del Movimento maschile.

La situazione è tale che un numero crescente di uomini si sta allontanando dalle donne con il dente avvelenato e qualcuno di essi viene a scrivere sui forum maschili. E fanno di ogni erba un fascio, mettendole tutte  insieme nel cesto delle speculatrici e delle misandriche. Questo è sbagliato ed offensivo per quelle donne che non sono né l’una né l’altra cosa.

Tuttavia ci sono dei fatti che non si possono negare. Le donne preferiscono gli uomini ricchi, o almeno posizionati, dai quali avere stabilità e certezze economiche. Vale per le italiane e per tutte le altre. Una volta il matrimonio dava a loro quelle garanzie ed esse davano in cambio cura e sesso. Adesso danno quello che vogliono, finché lo vogliono. Dopodiché  buttano il marito sulla strada e si tengono tutto. Italiane o straniere.

Perché le straniere sposano gli italiani? Non mentiamo: è perché sperano in una vita materiale migliore, non perché i maschi italiani siano migliori dei romeni. Se non si riconosce questa verità, parlare è vano. Gli italiani d’altra parte si aspettano sesso. Ne aspettano tanto e senza doverlo elemosinare (diversamente da come devono fare con le italiane), condito con un po’ di cura e magari di rispetto e di stima. Molti lo trovano, ma molti anche lo perdono presto.

Il numero dei maschi rovinati dal fascino delle russe e delle romene cresce a vista l’occhio. E’ inutile negarlo. E si tratta spesso di uomini che già erano stati bastonati dalle italiane. Rovinati significa questo: che le straniere sembrano diverse ma poi molte non lo sono**.

Così gli uomini scoprono che i “belli ideali e belli sentimenti” sono solo quelli che provano loro mentre da parte femminile c’è quasi solo calcolo mascherato. Non è sempre così,  né per le italiane né per le straniere. Ma lo sperimentano soltanto molti anni dopo quelli che non vengono messi a digiuno di sesso e che non vengono cacciati dalla loro casa.

I delusi sono amareggiati e diventano cinici e cattivi e mettono tutto in un unico calderone, dicendo che le DD sono tutte sgualdrine o che lo sono tutte le romene, le russe etc.. Questa è una offesa ed è giusto che tu la respinga.

Ma non c’è solo questo. Esiste purtroppo anche una cascata del disprezzo, che parte da Oslo e arriva ad Addis Abeba. I popoli dei paesi ricchi disprezzano quelli dei paesi più poveri. E alcuni dei nuovi ricchi si dimenticano di essere stati poveri, come fanno adesso gli italiani. Come se non bastasse esiste però anche un problema di civiltà, di senso civico e del dovere, di rispetto delle regole, di onestà collettiva. E qui bisogna riconoscere che come l’Italia è indietro rispetto alla Svizzera qualche altro paese può essere indietro rispetto all’Italia. Cose vere e cose false, tutto contribuisce alla cascata del disprezzo. Bisogna liberarsene.

In ogni caso è legittimo e doveroso sentirsi fieri di appartenere al proprio popolo, non importa se grande o piccolo perché ogni lingua-cultura è irripetibile, carica di storia e di arti, saperi e tradizioni uniche. Deve essere salvata e portata al futuro.

Quanto a me non posso parlare con una persona romena senza citare e lodare uno dei pochissimi pensatori che stimo davvero eccelsi: E. Cioran, insieme ad altri, ma prima di altri vera gloria della cultura romena.

Qui un mio omaggio a Cioran

(Rasinari di Sibiu – Romania – terra natale di E. M. Cioran)

RDV

* Post inviati a 1° forum sulla QM (2003 – 2009) in parte archiviati sul sito U3000

** E contribuiscono alla rovina delle casse pubbliche (oltreché a lacerare famiglie) con la pensione di reversibilità a vita a badanti  di 30-40-50 più giovani diventate “vedove”.

Vedi qui: La carica delle badanti-vedove

Annunci

7 Responses to Bianca di Romania

  1. Daniele ha detto:

    Riguardo agli auto-convincimenti maschili relativi alle presunte voglie femminili, riporto le parole pronunciate proprio ieri da due uomini ultra-sessantenni (hanno rispettivamente 65 e 68 anni):
    “Oggi ve la sbattono in faccia”.
    “Oggi, con tutta questa fica che gira, vi spellate il “c****”.
    “Guarda quelle che voglia di c**** che hanno” (si trattava di tre ragazze sui 23-25 anni che stavano semplicemente passeggiando per strada).
    “I giovani di oggi non sanno sc***** le femmine”.
    “Oggi sono tutti f****”.
    Invece, per quanto riguarda le giovani di oggi, qualche giorno fa mi è capitato di ascoltare queste parole da una ventenne:
    “I maschi di oggi sono più tonti di quelli di ieri”,
    ossia “non ci sanno più fare con le femmine”.
    Avendo vent’anni non si capisce come possa avere un termine di paragone con gli uomini di altre generazioni, ma soprattutto, come quasi tutte le femmine (giovani, mature o vecchie, non cambia quasi nulla), anche lei parte dal presupposto di non avere nulla di dimostrare ai suoi coetanei e agli uomini in genere.

    Da scapparsene nel Borneo o in Tibet!

  2. Daniele ha detto:

    Giorgia
    >>>>>>>>>>>>
    E se le femmine non capiscono niente di maschi, neppure i maschi allora capiscono nulla di femmine (va da sè..)
    >>>>>>>>>>>>

    Infatti anche gli uomini non capiscono niente di femmine (salvo eccezioni), ma per motivi differenti.
    Uno su tutti: quello secondo cui “le femmine avrebbero tanta più voglia di sesso dei maschi”, tesi alla quale crede la grandissima maggioranza degli uomini – perlomeno qui, in questa epoca e in questa società (altrove non so). Tuttavia c’è una cosa che differenzia nettamente i primi dalle seconde: gli uomini, in genere, cercano di comprendere le femmine; quest’ultime (tranne eccezioni) no, nella maniera più assoluta. Questo perché loro “sanno già tutto degli uomini”, meglio ancora dei diretti interessati.

  3. Rino ha detto:

    Cortese Giorgia,
    tu scrivi:
    “Quando si tratta di cattiveria ed interesse personale, l’essere umano non conosce sesso! Questo volevo intendere.”
    .
    E’ vero, ma non riguarda me, come tu stessa senti e percepisci.
    Qui né sarcasmi né risentimenti. Solo lo sguardo gelido e disincantato del Logos. Della lucidità cioraniana.
    La quale, è vero, suona corrosiva e letale, e può quindi venir confusa con quei brutti sentimenti. Ma i sentimenti oscurano la mente, obnubilano la coscienza. Più se ne sta lontani e più chiaramente si vede.
    .
    Io pongo sempre un problema oggettivo, ma spesso mi si risponde sul piano soggettivo. Tutt’altra cosa.
    .
    La questione non verte sul tuo personale rapporto con gli UU, né sul mio con le DD. Riguarda la verità o falsità delle affermazioni che il Momas dichiara sulla condizione presente. Non se la Giorgia voglia buttare il marito sulla strada, impedirgli di vedere i figli, denunciarlo per falsi abusi etc., ma se sia vero o falso che, volendolo, lo possa fare. La verità è che lo può fare: lo puoi fare.
    .
    Si dice che in età classica il Pater Familias avesse diritto di vita e di morte sulla moglie e i figli. Non che tutti i padri ammazzassero questi e quella, ma tutti lo potevano fare. L’oggetto del contendere non è quindi se Flavio Ostilio volesse o meno eliminare la moglie, ma se, volendolo, potesse farlo impunemente. Lo poteva.
    .
    E quindi il tema è: qual era la condizione di ogni moglie e di ogni figlio in quella situazione storica? Come vivevano sotto una simile persistente minaccia? Quale era la loro condizione psico-emotiva?
    .
    La QM non riguarda posizioni soggettive, ma solo oggettive.
    Questo è molto difficile da ammettere, per gli UU ma soprattutto per le DD che tendono sempre e leggere “dietro le quinte”. Ma qui è irrilevante che io sia padre separato o meno, sfigato o pieno di gnocca, innamorato o deluso, impotente o siffrediano. Come è irrilevante che tu sia misandrica o meno, leale o no.
    .
    Quel che siamo io e te e tutti, ciascuno individualmente, non ha la minima importanza. Non c’entra nulla. E’ un depistaggio.
    .
    Conta solo se sia vero o falso ciò che diciamo.
    .
    Certo, la lucidità e il disinganno sterilizzano tutto e demoliscono ogni sogno. Li si può scambiare per acre, erosivo cinismo. Tutto ne esce smascherato, disossato, corroso. E ci si sente feriti, perché si vede che i nostri più profondi “belli sentimenti” vengono denudati e restano scheletriti.
    Ma non è colpa mia.
    .
    Non è odio, è solo autopsia.
    .
    Rino DV

  4. Giorgia ha detto:

    “Il numero dei maschi rovinati dal fascino delle russe e delle romene cresce a vista l’occhio. E’ inutile negarlo. E si tratta spesso di uomini che già erano stati bastonati dalle italiane. Rovinati significa questo: che le straniere sembrano diverse ma poi molte non lo sono**.
    Così gli uomini scoprono che i “belli ideali e belli sentimenti” sono solo quelli che provano loro mentre da parte femminile c’è quasi solo calcolo mascherato. Non è sempre così, né per le italiane né per le straniere. Ma lo sperimentano soltanto molti anni dopo quelli che non vengono messi a digiuno di sesso e che non vengono cacciati dalla loro casa.”

    Forse io avrò travisato le tue parole, ma non mi pare poi molto, eh?!. Comunque se ho sbagliato non ho nessun problema a chiedere venia. E se le femmine non capiscono niente di maschi, neppure i maschi allora capiscono nulla di femmine (va da sè..)
    Io non ho alcun pregiudizio sugli uomini. Come ho ribadito in altra sede, sono la prima a ritenere ingiusto che le donne divorziate si facciano mantenere dai mariti e viceversa!
    Non potrei mai lasciare che il mio ex marito vada a dormire nei dormitori per mantenermi! Sarebbe una cosa oltraggiosa non solo nei suoi riguardi, ma anche verso i suoi/miei figli di cui è genitore. Sia io che lui abbiamo il medesimo diritto ad avere una vita dignitosa. Ma vi ricordo che ci sono migliaia di mamme che vengono lasciate sole a crescere i loro figli e a cui il marito non passa neppure un centesimo e che per non imbarcarsi in cause dall’esito incerto ma dalla spesa certa si ammazzano di doppio lavoro! Alla fine sono due ingiustizie ugualmente deprecapibili.

    Quello su cui vorrei porre l’accento, è che se qui in Italia da diversi anni le leggi privilegiano le madri nelle separazioni, nel resto del mondo da secoli le donne soffrono limitazioni alla libertà insostenibili e orribili, mutilazioni (infibulazione, ecc.), negazione dei diritti fondamentali.
    Quello che centinaia di papà stanno sperimentando ora in Italia, la maggioranza delle donne nel mondo l’ha subita per secoli e secoli e la sta ancora subendo senza possibilità di replica.

    Ritengo quindi giustissimo che voi combattiate contro questo tipo di sperequazioni, ma se sia io che Bianca di Romania ci siamo sentite pizzicate dal sarcasmo è perchè dalle vostre parole permea il risentimento verso il mondo femminile più che il desiderio di giustizia.

    Quando si tratta di cattiveria ed interesse personale, l’essere umano non conosce sesso! Questo volevo intendere.

  5. Daniele ha detto:

    Giorgia
    >>>>>>>>>>>>>
    E questi uomini che vanno nei night e si portano a casa delle ragazze rumene o che si sposano le badanti, che poi se la svignano spennandoli come polli, spesso non sono poi così ingenui. Spesso sono dai 40 ai 60 anni in sù, che divorziano dalla moglie per correr dietro a queste ragazze. Spesso non divorziano neppure e sperperano i loro e altrui risparmi dietro ad una bella sottana per fare i galletti.
    Mio zio ha fatto la stessa fine, ma è sempre stato un don giovanni anche da giovane e sua moglie ha portato più corna di un cervo vecchio!
    >>>>>>>>>>>>>>

    Ennesima dimostrazione del fatto che le femmine non capiscono assolutamente niente di uomini.
    Sostanzialmente sono un disastro totale.

  6. Rino ha detto:

    Cortese Giorgia,
    ho riletto la risposta che ho dato a Bianca alla ricerca di quelle opinioni maligne che mi attribuisci. Non ve n’è ombra.

    Meno ancora riesco a immaginare dove tu abbia trovato una mia lode al mondo islamico, che semmai altrove ho evocato in forma paradossale e mirante a smascherare alcune contraddizioni dell’ideologia femminista (tipo quella sulla “donna oggetto”, fenomeno che in effetti nel mondo islamico patriarcale non esiste, e qui invece …sì) etc.

    E’ una tua proiezione: tu leggi quel che c’è già scritto nel tuo cuore, quel che ti torna utile e perciò vedi mostri, fantasmi e spettri dove non c’è nulla di simile.

    Per quel che strettamente mi riguarda, il vero posto della donna è quello che preferisce lei, per quel che attiene alla sua vita. Il destino della Donna non ci riguarda.
    Ci riguarda il nostro: a cominciare dal potere di decidere della paternità, quel diritto che le donne hanno e che negano agli uomini: il diritto di decidere se e quando diventare padri. E a cascata tutto quello che movimenti ed esponenti del Momas (Mov. Maschile) vanno rivendicando da sempre.

    Sul resto non c’è molto da aggiungere: hai risolto il problema dei maschi incastrati dicendo che se la sono voluta. Non si dice mai così delle DD quando finiscono in qualche guaio nei loro rapporti con gli UU. Al contrario se ne dà sempre la colpa agli UU.

    Mai viene applicata la stessa regola, sempre invece viene rovesciata. Il male che subiscono le DD è colpa degli UU.
    Quello che subiscono gli UU è colpa loro.

    Non se ne esce mai.

    Rino DV

  7. Giorgia ha detto:

    Nella tua risposta a questa signora rumena, si evince un gran dente avvelenato riguardo la donna moderna.
    Io non sono fautrice del femminismo totalitario, ma ricordiamoci che certi movimenti sono nati in risposta ad una società prevalentemente maschilista dove la donna era considerata alla stregua di un oggetto. Per secoli e secoli la donna ha dovuto sopportare una condizione di inferiorità e sudditanza verso l’uomo,e questo non lo puoi negare, va da sè che per scuotere le coscienze si arriva spesso alle provocazioni ed alle esasperazioni. Peraltro già condannate dalla maggioranza delle donne.
    Il tuo commento sulla felice condizione della donna nei paesi islamici, dove per te ha il vero posto che merita, mi lascia veramente allibita. Non posso credere che tu trovi giusto che un essere umano sia costretto dalla legge ad uscire bardato come un fantasma, a non poter guidare, studiare, lavorare, votare. Questa non è giustizia ma sintomo di una avversione e paura del mondo femminile e di vera prevaricazione.
    Per me ogni individuo, maschio o femmina che sia, deve comportarsi lealmente nei confronti dei propri simili. Non prevaricare, non fare del male e rispettare chi ti vive attorno è la ricetta per superare i pregiudizi e le discriminazioni.
    Ovviamente, più le leggi e le pene sono socialmente avanzate, più c’è spazio per aggirarle e per approfittarsene. Ma questo lo fanno anche gli uomini.
    Non è una questione di sesso, ma di integrità morale. E questa non c’è legge che possa insegnarla.

    E questi uomini che vanno nei night e si portano a casa delle ragazze rumene o che si sposano le badanti, che poi se la svignano spennandoli come polli, spesso non sono poi così ingenui. Spesso sono dai 40 ai 60 anni in sù, che divorziano dalla moglie per correr dietro a queste ragazze. Spesso non divorziano neppure e sperperano i loro e altrui risparmi dietro ad una bella sottana per fare i galletti.
    Mio zio ha fatto la stessa fine, ma è sempre stato un don giovanni anche da giovane e sua moglie ha portato più corna di un cervo vecchio!

    Mi spiace poi per quei ragazzi seri, che ci credevano veramente! Ma nella vita le cose semplici non esistono e se si paga per avere una moglie, allora bisogna poi anche tutelarsi per non venir fregati come in un buon contratto di affari che si rispetti! Perchè questi matrimoni non sono d’amore, ma di mutuo scambio.
    Molte volte va bene e altre va male.
    Non posso neppure credere che un uomo che si rispetti preferisca una donna costretta dalla società o dalle leggi o dalla miseria a stargli accanto tutta la vita pur di non avere rischi di fallimento, all’amore di una donna che liberamente sceglie di stargli vicino e di condividere con lui la vita.
    Io da donna libera, non vorrei mai che un uomo stesse con me per costrizione o perchè a casa sua non sa cosa mangiare!

    Per il resto sono concorde con te. Una donna che divorzia deve trovarsi da lavorare e mantenersi da sola e non vivere alle spese del marito. Tranne la moglie del Berlusca che si può permettere di mantenerne anche 6!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: