La Grande Sorella

Il Voltoreato – il crimenlaese del nostro secolo  – alla conquista dell’Occidente.

Da un Ente all’altro, di università in università,

da azienda ad azienda.

Una rocca ieri, un torrione oggi. Un bunker domani.

Il Voltoreato è venuto al mondo nella creazione di Orwell.

Chi non ha trasecolato di fronte a quella prospettiva?
Chi non l’ha considerata ipotesi folle che mai si sarebbe realizzata?
Chi non ha detto a se stesso. “Se mai si profilasse, tutti insorgerebbero, giacché nessuno lo potrebbe tollerare, nessuno potrebbe vivere in un simile mondo!”
Chi non ha giurato che sarebbe insorto senza esitare?

Quel giorno è arrivato e nessuno apre bocca.
Nel silenzio raggelante lo spettro è diventato carne, il fantasma ha preso vita.
Non c’è cane che abbai, cucciolo che guaisca.

La Grande Sorella ha preso il controllo dello sguardo maschile e quindi della mente e perciò dell’anima. Nel silenzio inquietante del mondo.
E quei ragazzi che pure sono pronti a morire per una causa e ancora a gettarsi tra le fiamme per salvare un donna, reprimono l’angoscia in un esterrefatto stupore.
La Grande Sorella – “A me gli occhi!” – li ha pietrificati

Un décolleté per sedurli,
uno spacco per domarli,
un profumo per ghermirli e nel buio incatenarli.

Annunci

4 Responses to La Grande Sorella

  1. Sara ha detto:

    “Un decolletè per sedurli, uno spacco per domarli…”. Ma non erano le femministe a dire che gli uomini ragionano col pene? Dai, trovo bello un sito dove gli uomini possano confrontare le proprie esperienze e aiutarsi a vicenda, ma… non cadetemi sull’uccello!

  2. RDV ha detto:

    Il post non è venuto bene come doveva, ciò sul piano della forma. Quanto al contenuto invece la vedo diversamente: non solo non è iperbolico ma rischia di essere minimizzante per la ragione che nessuno può descrivere compiutamente la condizione in cui si trova, la quale potrebbe essere molto, ma davvero molto peggiore di quanto appaia ai suoi occhi.
    Ai nostri occhi.
    RDV

  3. Jan ha detto:

    Buona fortuna… e complimenti per la migrazione! 😉
    Tempo fa pensavo io stesso di migrare a WordPress, ma cambiai idea…

  4. Jan ha detto:

    A dire il vero, un po’ di esagerazione noto…
    Ma il post sembra carino e sensato 😉
    1984, uno dei libri che mi è piaciuto, soprattutto perchè riflette in parte la guerra tra i sessi.

    Jan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: