A meno che…

IPOTESI FINALE

 

A meno che abbiano ragione quelli secondo cui l’evoluzione delle forme viventi è determinata dalla Necessità in dipendenza dalla quale tutte le entità del mondo vengono utilizzate o scartate, acquistano o perdono valore, sono apprezzate o detestate, onorate o oltraggiate. Amate o odiate (se ancora si preferisce il romanzo).

Quei filosofi dicono che gli uomini avranno valore tanto a quelli delle donne quanto ai propri stessi occhi, solo fino a quando saranno utili alla specie.

Da quel momento in poi le une e gli altri –  gli interessati stessi –  agiranno attivamente per la scomparsa dell’inutile. L’interesse della specie opererà nel silenzio dell’inconscio profondo verso la direzione necessaria, inevitabile, che Lei da lungo attende e allora non sarà possibile distinguere tra l’odio della Donna verso l’Uomo e quello dell’Uomo contro se stesso.

Non si potrà valutare se sarà allora più grande il desiderio della prima di eliminarlo o l’urgenza del secondo di venire eliminato. Di eliminarsi.

Non si potrà sapere se sarà più acuto il livore della prima o l’autodisprezzo del secondo: cupio dissolvi.

Guidati dalla necessità, lavoreranno insieme per l’eliminazione di ciò che, ormai superfluo, in un mondo limitato è ingombrante, dannoso. Forse letale.

Se quei neoantichi  hanno colto nel segno, il nostro risorgente stupore di fronte alla diserzione maschile, alla fuga da se stessi, alla cecità idolatrata, al rifiuto ostinato della coscienza, ci tradisce come ingenui e sprovveduti bambinoni.

Se quelli hanno ragione, tutto si rischiara. Una luce fredda rende visibile e illumina ogni cosa, fino ai dettagli.

Il maschile ha esaurito il suo compito: sta scomparendo perché deve scomparire. Scomparirà.

Per quanto imbarazzante, non si può negare che la scomparsa dei dinosauri fu una notizia meravigliosa, per i mammiferi.

Parce subjectis.

Annunci

5 Responses to A meno che…

  1. […] in quella già microscopica minoranza di uomini. . Vi sono infatti alcuni che, alla luce dell’ipotesi finale, non lottano per il futuro ma per il presente. Lottano per rispondere secondo natura alla loro […]

  2. Signora Rosa ha detto:

    Salve signor Rino della Vecchia, due sole domande, fatte da una sua ammiratrice, quale io sono, anche se decisamente indegna di rivolgermi a quel gran luminare che è Lei:

    1) Ma la signora Rita, che scrive sul sito Questione Maschile, è sua moglie? o la sua amante? Vedo che cita spesso stralci del suo pensiero.
    2) Ho incassato da poco un’eredità di un parente lontano (un mio vecchio avo). Vorrei finanziare gli studi della Questione Maschile, per esempio, parlando di minatori e di stupratrici donne, sono convinta che siano argomenti che meritano di essere conosciuti, per cui mi offro di finanziare la ricerca, finanziando i luminari e gli studiosi che la trattano. Mi faccia sapere.

    • RDV ha detto:

      Per ragioni ignote qs commento – vecchio di un anno – non mi era stato notificato dal sistema. A ciò è dovuto il ritardo nella pubblicazione.
      .
      Il fatto che sia beffardo e dileggiante nei miei confronti non mi disturba in quanto semplicemente conferma che la situazione è quella descritta.
      Ho sempre pubblicato più che volentieri commenti denigratori e insultanti. Forse per snobismo. Chissà…
      .
      Quanto alla citata Rita, si tratta di una donna che abita a circa 600 km da casa mia e che è partecipe della vita del movimento maschile da almeno 10 anni. Una persona competente, leale e – si deve dirlo – coraggiosa.
      .
      Che non ha mai dileggiato nessuno.

  3. RDV ha detto:

    Caro Homodus, intendevo darti una risposta articolata, perciò non risposi subito. Ora sono fuori sede. Ci sentiamo tra una settimana.

  4. Homodus ha detto:

    Caro Rino, quello che tu citi mi trova in comune accordo, tuttavia vorrei farti riflettere sul fatto che questa situazione è già in atto.

    Desidero invitarti alla lettura di un articolo che scrissi appena un anno fà

    https://homodus.wordpress.com/2014/04/19/uomo-obsoleto/

    Gradieri tu lo leggessi e postassi le tue riflessioni in merito, specie nel paragonare quanto affermi in questa sede e quello che scrivesti nel tuo libro, dove gli uomini scompariranno dietro le colline e non risponderanno più alle donne.. il problema a mio avviso è che si si sono estinti da un pezzo.

    Un caro Saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: