Cherchez la femme?

ODISSEA DEL RANCORE

Una sola ragione: l’odio

.
“Cherchez la femme!” significa: cercate quella D per la quale quell’uomo ha commesso un delitto, è finito nei guai, è andato in rovina, si è ammalato, è morto.
.
Cercate colei…
a vantaggio della quale il malcapitato è finito male.
per raggiungere la quale l’interessato ha violato la legge, commesso un crimine, evaso le tasse, perso il patrimonio, rischiato la salute e la vita.
.
Una smaccata, umile, onesta confessione della superiorità del Suo valore, della tragica differenza tra Colei che sta sopra e colui che sta sotto. Riconoscimento che ha sempre inorgoglito le FF, senza in verità umiliare gli UU, in quanto …sic statuit natura.
.
Poi venne il femminismo e ne rovesciò il senso: “Cherchez la femme significa che la Femmina è, dal punto di vista maschile, la causa di tutti i mali!”
.
Doveva essermi chiaro fin dall’origine che questo rovesciamento poteva avere una sola fonte: l’odio contro gli uomini.
.
Non esiste altra ragione. Odio.
.
Quarant’anni fa non potevo crederci. Non sapevo allora che l’odio si suscita facendo del male, ma soprattutto facendo del bene.
.
Cherchez la rancune…

2 Responses to Cherchez la femme?

  1. RDV ha detto:

    Bingo. Grande!
    1- Hai evidenziato un luminoso paradosso: il femminismo fa bene agli UU! Sì, perché, come dici, li rende progressivamente disincantati.
    2-Hai notato due effetti: il progressivo allontanamento e il fatto che le DD occidentali incominciano ad accorgersene.
    .
    Allontanamento che era stato “fiutato” da Cioran 70 anni fa e che ho citato spesso.
    “Davanti all’uomo e alla donna si aprono due strade, la crudeltá e l’indifferenza. Tutto lascia supporre che prenderanno la seconda, che tra loro non vi sará nè spiegazione nè rottura ma che continueranno ad allontanarsi l’uno dall’altra; che la pederastia e l’onanismo, proposti dalle scuole e dai templi (ndr: pornoweb), conquisteranno le folle; che tornerá in auge una massa di vizi aboliti e che una prassi scientifica (ndr: uteri in affitto etc) supplirá al rendimento dello spasimo ed alla maledizione della coppia.”
    E.M. Cioran 1952

  2. pier luigi ha detto:

    Fino a non molto tempo fa, il teorema secondo il quale…”il femminismo aiuta anche gli uomini” m’appariva poco meno che un tranello.
    Come i volantini che le truppe d’occupazione lanciano con gli aerei sulle popolazioni per carpirne l’appoggio, abbandonando a se stessi i loro governanti, durante un conflitto.
    Ho dovuto ricredermi.
    Il femminismo aiuta gli uomini molto di più di quanto non aiuti le donne.
    Gli uomini, grazie al femminismo, hanno finalmente potuto verificare cosa sono essi agli occhi delle donne.
    Le donne, grazie al femminismo, hanno potuto finalmente esprimere liberamente cosa pensano veramente degli uomini.
    E la verità, ce lo insegna il Cristo, è fonte di libertà.
    Al contrario l’inganno, specie se operato su se stessi, è fonte di schiavitù.
    In realtà il femminismo è stato…ed è, un movimento di liberazione maschile.

    Può un racconto, ingannevole e manipolatorio, come quello femminista condurre alla libertà gli uomini?
    Si.
    Tramite il dolore legato al disincanto.
    Se il pesce non ha bisogno della bicicletta, la bicicletta s’appresti a cercarsi altre utilità.

    Ma in una insospettata nemesi, il maschile disincantato si sta lentamente palesando come la più grande (e perciò inconfessata) jattura per il femminile.
    A ridosso della nascita del movimento MeToo negli Stati Uniti ed in altre parti del mondo, si scatenò la polemica relativa al fatto che sempre più uomini evitavano l’avere relazione con donne in ambienti di lavoro, spazi pubblici ed affini.
    Anche solo avvicinarsi loro.
    Questo fenomeno venne letto dal mondo femminile, non solo femminista quindi, come una punizione nei loro confronti, una sorta di vendetta.
    Che fosse vero o meno interessa poco.
    Resta il fatto che quella sgradevole sensazione di sentirsi evitate, reiette da parte dagli uomini…forse per la prima volta ha fatto balenare alle donne il punto d’approdo del conflitto tra i sessi, operato con questo grado d’intensità e virulenza.
    Una condizione che, al contrario, gli uomini conoscono bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: