Un po’ di vendetta, grazie!

08/07/2020

VENDETTISMO

la faida sociale del XXI secolo



Dove ci sono vittime corrono veloci i parenti e dietro loro i giornal-giustizialisti a chiedere …giustizia.
.
E chi non la vuole la giustizia? Tutti vogliamo che i responsabili paghino, soprattutto quando imputati sono gli altri. Noi per fortuna stiamo in tribuna e i rigori non li sbagliamo mai. A Ronaldo succede.
.
Ma come possono i parenti chiedere giustizia? Quella chiesta e praticata dai consanguinei ha sempre avuto un altro nome. Vendetta si chiamava e la faida era ciò che partoriva.
.
Siamo nell’era del vendettismo eruttato dal rancore, dall’infantilismo, dalla femminilizzazione, dalla presunzione e dall’innocentismo, patologie universali.

Orrore alimentato  ogni giorno dai media che sparano in prima pagina l’appello alla vendetta dei parenti e del popolo “innocente”. Poi arrivano i demagoghi a far messe di consensi roteando le manette.  
.
Da Viareggio alla Thyssen, da Rigopiano al Morandi, ad ogni crollo, frana, terremoto o alluvione tutti implorano “giustizia”. Carichi di sdegno salgono sul trono delle vittime ad emettere sentenze contro chi, per dolo o per colpa, per necessità o per caso, ne ha avuto a che fare.
.
Perciò gridai:  “Maledetti coloro che hanno fame e sete di giustizia!”

…vogliono solamente un sorso di vendetta. 

 


Ariene

02/07/2020

…iene Ariane



Con apparente spietato cinismo, ho già suggerito qui, ai padri che non ce la fanno, che non resistono, che stanno per esplodere, di andarsene da soli, lasciando in vita le loro creature e le loro madri, di cui hanno assoluto bisogno e pieno diritto.
.
Ciò motiva il titolo sulle Ariane che si sono gettate con acume psicologico, empatia e misericordia sulla memoria del padre dei Bressi. Di Lecco.
.
A Lecco anni fa una madre uccise tre figlie: “Per evitare che soffrissero…” E’ stata riconosciuta inferma di mente.
.
Concordo: una madre che compie una tale strage non è sana di mente.
.
Un padre che poi si suicida invece …lo è.
.
Ariene.


Scacchi razzisti …e maschilisti no?

02/07/2020


Ok. Gli scacchi sono razzisti, visto che muove prima il bianco.

Ma la partita si gioca tutta sul destino del Re. Le Regine stesse non sono altro che ancelle. Ne può avere un gran numero, sono generate dai pedoni. Bassa manovalanza.
.
Possibile che alle Ariane sia sfuggito?


I filmorti

25/06/2020

SOLO I FILMORTI MUOIONO

George Floyd è stato ammazzato dalla telecamera. Senza le riprese sarebbe uno dei tanti semplicemente “scomparsi”.
Se si muore ma nessuno lo sa, non si muore. Si scompare e basta.

Il numero degli assassinati aumenta perché le telecamere sono ormai ovunque. Le abbiamo in mano.
I cops Usa sono tra i più efficienti sparatori del mondo, ammazzano ogni anno 900 cittadini.  Ma anche altrove non si scherza. E perché si dovrebbe dove regnano sovrane censura e autocensura?

Diventa oggi visibile la punta dell’iceberg degli assassinii polizieschi, delle torture in carcere, qui o ad Abu Grhaib, dei maltrattamenti e dei pestaggi negli asili e nelle case di riposo, di cui si ha notizia a settimane alterne.
Partendo da Cro Magnon,  se il destino di tortura e di morte è toccata anche solo a qualcuno su diecimila, le vittime dell’ordine sociale, delle istituzioni “protettive” sono state decine di  milioni.

I filmati ci mostrano oggi ciò di cui eravamo comunque certi, perché conoscevamo la natura di Sapiens.  Ora vediamo ciò che già sapevamo.


Umanesimo

15/06/2020

Cos’è l’umanesimo

Sì, ne seguirà tanto buonismo, tanto patetico moralismo, bei discorsi edificanti, certamente.

Ma questo è l’umanesimo, il resto è inferno, male vero e assoluto, che, in effetti, non ha nulla di patetico.


Sentenza anonima

15/06/2020

Sulla “reciproca attrazione”

“Quello che lei ha detto sul fatto che sia la sessualità maschile ad adeguarsi a quella femminile è una cosa che penso da tempo immemore. Purtroppo lei dice una verità che nessuno vede per qualche arcano motivo, nonostante sia lapalissiana e sono d’accordo che equiparare la libido maschile a quella femminile sia un falso mito (già questo è più il mio settore, essendo biologo).
.
Ormai da diversi studi è stato dimostrato che le donne siano bisessuali (nella quasi totalità dei casi) ma non solo, sono pure mediamente stimolate sessualmente più dal vedere altri corpi femminili nudi che maschili. L’attrazione puramente naturale di una donna verso un uomo, depurata dai costrutti sociali, rispetto a quella di un uomo verso una donna è estremamente inferiore.
.
Per giustificare e adeguare la società sul desiderio femminile, gli uomini sono stati demonizzati e colpevolizzati per la loro naturale propensione verso la ricerca del sesso, nonché umiliati alle volte per non essere in grado di avere la stessa attitudine. Se mi permette a me questo fa molto ridere, perché mi fa pensare (per fare una semplice similitudine) che sia come se un uomo alto 2 metri che gioca in Nba dica ad un nano che schiacciare è facile. Oltre il danno c’è pure la beffa.” J. Y. *

Cerchiamo di capirci: una simmetrica attrazione esiste, è la sua forza che è fuori proporzione. Anche sole e terra si attraggono vicendevolmente, ma il rapporto sta come …1/300.000.

Questa ipotesi pare estrema ma, come sempre, il problema è quanto sia lontana dalla verità. Questo è l’enigma…

*(Risposta anonima ad un mio intervento su un canale tutubo, 15.6.20)




Le padrone

10/06/2020

…siamo le padrone del mondo…



(Belluno, Via Cipro,  26 giugno 2000)

Erano ragazzine, allora, ed esprimevano un sogno, un auspicio, una premonizione.

Ad oggi, non sono ancora le padrone del mondo. Lo sono solamente della vita dei partner. Completamente, radicalmente, inappellabilmente.

Definitivamente.

Agli uomini resta ancora il “dominio del mondo” (se ci tenete) e pure questo con data di scadenza (se vi interessa).


Barxismo

08/05/2020

…marxismo da bar

La spiegazione materialistica della storia passa per essere la più acuta, profonda e rivoluzionaria mai concepita. 

Opponendosi alle precedenti, inventate dalle comunità preagricole, poi dall’aristocrazia e infine dalla borghesia, si è pensata come l’ultima e definitiva interpretazione del mondo. La sola vera.

La si ritrova sui trattati dei più acuti pensatori moderni (morti e vivi), viene insegnata in Accademia, furoreggia nei talk show, è disseminata in tutti i media e figura pure sui Bollettini Parrocchiali.

Lectio magistralis, su di essa vertente, viene tenuta (24×24) dagli avventori di tutti i bar dell’Occidente. Il tempo di un caffè e ne esci edotto. 

Non vi è bettola di quartiere (o canale tutubo) nella quale non dia prova della sua capacità euristica: trova sempre la causa che tutto spiega, nel grande come nel piccolo.  Quella che il sistema vuole occultare e che tu, ingenuo, neanche sospettavi. L’interesse materiale, il dinero. Ah… ecco!

Il tintinnino dei dollari fa girare il mondo.

No, non mi oppongo a questa infatuazione, non contesto questa verità assodata e assoluta, nota ai sublimi come agli infimi, perché tutte le apparenze sono contro di me. Tutte.

Le apparenze.


Anglosfera senza fine

07/05/2020

Ora basta!

C’era la quarantena, ora il lockdown, la mascherina ora la face-mask, l’asporto ora il take-away, il telelavoro ora lo smart working,  ultimi arrivati di una valanga che non finisce mai. 

Già il fallimento era diventato default, il divario spread, il facile smart, la verifica  fact checking, le bufale fake news, il pettegolezzo gossip, una sede location, l’obiettivo mission, gli avversari competitors, un articolo paper…

Eravamo in linea adesso siamo on line (o almeno in stand-by), andavamo allo spaccio ora all’outlet, c’era l’autoscatto ora impazza il selfie. 

Il jobs act, la stepchild adoption, i rumours, la safety, le tasks (e il multitasking), lo stalking, il target, il costumer, i tools, l’automotive, il call center, il crowd founding, il dating, la deadline, i bikers, lo street food, il recruiting, le skills, le start-up, la spin-off, le wedding planners, l’anti age, il body shaming, le curvy, gli erotic centers, le sex workers…

Da tempo il riassunto è l’abstract, l’autorità è l’authority, i criteri sono policy.

Una pandemia.

Fino al grottesco: dove noi diciamo flop loro dicono fiasco, noi diciamo fantasy loro fantasia, noi star loro diva, noi slogan loro motto

Poi l’italianizzazione deforme:  di una tesi scientifica avevamo le prove, adesso abbiamo le evidenze; una teoria era coerente, adesso è consistente; i rischi si correvano adesso si prendono.

 

Mi sembra evidente che sia l’ora di prendere una saggia decisione che consiste in questo: finirla.


L’enigma del bene

05/05/2020

…da dove viene il bene?


Non solo i filosofi e i teologi, ma milioni di persone “comuni” – come si usa dire – da sempre si chiedono da dove venga il male e ne cercano l’origine. Fin qui non ne siamo venuti a capo.
.
Alcune tradizioni religiose hanno concepito il mondo come un luogo di lotta tra il bene e il male, incarnati da divinità o entità trascendenti (es. Arimane vs Ormus, Osiride vs Seth). Altre hanno attribuito ad uno o più déi un carattere ambivalente (es. Shiva), altre, come il Cristianesimo, si dibattono da millenni nella contraddizione tra un Dio buono-amorevole e il male presente nel mondo.
.
Occupandoci del male diamo per scontata l’esistenza del bene. Invece è questo l’enigma: da dove viene il bene? Com’è possibile che esista?
.
Come mai nel mondo esistono anche lealtà, sincerità, fedeltà, cavalleria, dono, sacrificio, coerenza, rispetto, misericordia, pietà, riconoscenza, gratitudine? Da dove vengono?
.
Sì, l’interrogativo va rovesciato. Che esista il Male è ovvio, resta da spiegare come mai dalle particelle del Big Bang sia potuto emergere qualcosa che, forse a ragion veduta, porta il titolo di Bene.