L’Era degli sprovveduti: i maschi

…è solo un’ipotesi

C’è chi ha periodizzato la storia in 4 grandi Età.

Quella Mitologica durata decine di migliaia di anni, fino al sorgere delle grandi religioni che hanno formato il mondo antico con la loro età Teologica.

La terza sarebbe stata quella Ideologica, durata pochi secoli e chiusasi con la fine dell’idea di Rivoluzione. A questa seguirebbe l’età Psicologica, nella quale staremmo entrando in questi decenni.

Molti elementi inducono a dar credito a questa prospettiva e molti altri suggeriscono che essa sia, delle quattro, quella meno confacente alla polarità maschile, non sia un prodotto maschile e trovi gli uomini del tutto spiazzati.

Chi è proiettato da madre natura verso l’esterno, verso il cosmo, non può al tempo stesso essere orientato verso l’interno, attento alle dinamiche interiori. Sue e altrui, dei singoli e dei gruppi.

Questa quarta Età, se fosse, sarebbe allora di polarità femminile. Una stagione storica dalle forme e dalla durata imprevedibili, di fronte alla quale la massa maschile minaccia di essere del tutto sprovvista di strumenti di comprensione e di azione. Spiazzata e spaesata, disorientata e confusa.

Un altro mondo mai visto e, per gli uomini, impensabile. Sconcertante.

E’ un’ipotesi. Scartarla a priori potrebbe rivelarsi un errore. Qui siamo in bilico tra un abbaglio e uno sbaglio, giacché…

…può non essere, ma potrebbe essere davvero…

10 Responses to L’Era degli sprovveduti: i maschi

  1. giacinto lombardi ha detto:

    Non è questione di essere inferiori ma di essere impreparati, da una parte abbiamo affermato l’uguaglianza e dall’altra abbiamo riservato sempre alle donne maggiori tutele, oggi chiedono anche vie privilegiate alle carriere, è una mostruosità eppure non riusciamo ad opporci. Abbiamo liberato le donne dai lavori più gravosi e oggi vogliono di diritto i lavori migliori affermando di essere più brave, giocano ora sull’uguaglianza, ora sulla tutela, ora sul merito a seconda di quello che conviene, e noi siamo rintronati dal gioco delle tre carte. Ma certe cose le abbiamo capite e svelate ma non abbiamo un movimento per farci sentire.

    • RDV ha detto:

      Non riusciamo a farci sentire, vero. A parte il funambolico Stasi che è oggi la punta di diamante del Momas.
      In ogni caso io, te e Sandro non abbiamo nulla da rimproverarci.
      Siamo in battaglia dal secolo scorso. Le abbiamo provate tutte.

    • Sandro ha detto:

      >>>
      ma non abbiamo un movimento per farci sentire.
      >>>

      Sì ma il fatto è che la massa maschile non è assolutamente ricettiva.

  2. giacinto lombardi ha detto:

    Prendo queste considerazioni molto seriamente, ho cominciato presto a seguire gruppi di psicoterapia e altre cose simili, ho trovato quasi solo donne, sempre a grande maggioranza donne, donne che hanno imparato a descriversi, a narrarsi, a fare della loro soggettività metro e misura di tutto; anche i primi pazienti di Freud e colleghi erano donne, le facoltà di psicologia sono tutte femminilizzate, la scuola è donna e oggi lo è anche il Parlamento. La psicologia ha vinto l’etica, la soggettività ha battuto l’oggettività la narrazione ha preso il posto della ricerca della verità, la lobby ha battuto l’universalità. Vince chi sa manovrare i sentimenti altrui, chi si radica in se stesso è più potente di chi cerca il consenso degli altri.
    Abbiamo maturato uno storico ritardo nella capacità di introspezione e autonarrazione e questo è lo svantaggio maschile di questo secolo.
    Bisogna recuperare il tempo perduto, non importa quanto tempo ci vorrà ma bisogna incominciare.

    • RDV ha detto:

      Esattamente. E’ ciò che intendo con “… e molti altri (elementi) suggeriscono che essa sia, delle quattro, quella meno confacente alla polarità maschile”.
      L’ipotesi delle 4 Ere ha un fondamento.

  3. Sandro ha detto:

    >>>>
    A questa seguirebbe l’età Psicologica, nella quale staremmo entrando in questi decenni.

    Molti elementi inducono a dar credito a questa prospettiva e molti altri suggeriscono che essa sia, delle quattro, quella meno confacente alla polarità maschile, non sia un prodotto maschile e trovi gli uomini del tutto spiazzati.
    >>>>

    Io ne sono convinto.

    >>>>
    Un altro mondo mai visto e, per gli uomini, impensabile. Sconcertante.

    E’ un’ipotesi. Scartarla a priori potrebbe rivelarsi un errore
    >>>>

    Per me è un dato di fatto.

    • RDV ha detto:

      Infatti di fronte a ciò che sta accadendo gli UU si comportano come una vera e propria massa di ritardati mentali.
      Noi siamo gli insegnanti di sostegno. In quanto tali non contiamo nulla.

      • Sandro ha detto:

        Rino
        >>>>
        Infatti di fronte a ciò che sta accadendo gli UU si comportano come una vera e propria massa di ritardati mentali.
        >>>>

        E’ così.
        Per esempio: otto anni fa, anche lo scomparso scienziato Stephen Hawking, se ne uscì fuori con questa dichiarazione:
        https://www.deejay.it/articoli/altro-che-buchi-neri-il-mistero-che-piu-occupava-la-mente-di-hawking-erano-le-donne/
        >>>>
        Eppure, in un’intervista a New Scientist concessa a gennaio 2012 per i suoi 70 anni, quando gli chiesero “A cosa pensa di più durante il giorno?”, il professore rispose: “Alle donne, sono un completo mistero”.
        >>>>

        Stiamo parlando di uno dei più grandi astrofisici della storia, che 32 anni fa scrisse un libro che all’epoca “divorai”, ossia
        “Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo”,
        quindi non di un pinco pallino qualunque.
        Eppure anche una mente brillante come la sua – ma al tempo stesso settoriale -, era incapace di “comprendere le donne”… che in realtà tutto sono tranne che “misteriose”.
        Queste sono solo fisime maschili, sciocchezze tipiche di tantissimi uomini che tendono regolarmente ad attribuire al sesso femminile qualità enormemente superiori a quelle che le suddette realmente possiedono.
        Io stesso in passato ho discusso più volte con degli uomini che si reputavano inferiori alle donne.
        Me ne ricordo uno che una volta mi disse:
        “Noi uomini siamo deficienti… le donne ci mangiano in testa”…
        Mai sentito una donna fare affermazioni del genere nei confronti delle proprie simili.
        Anzi, le donne hanno un’alta considerazione di se stesse e delle altre donne, così come hanno una bassa, bassissima considerazione degli uomini.

    • RDV ha detto:

      Quando si passa alla questione F cadono tutti come pere. Ciò accade perché ci sono varie tipologie di intelligenza. Come si può essere recordman nel salto in alto e schiappe nel tiro con l’arco… e in tutte le altre discipline.

  4. RDV ha detto:

    … se fosse vero, ciò spiegherebbe alcune cosucce a noi ben note.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: